Alla scoperta dell’isola di Boa Vista e delle sue dune

Donnavventura a Capo Verde isola di Boavista, al largo delle coste del Senegal, nell’Oceano Atlantico settentrionale, si trova l’arcipelago di Capo Verde con le sue 10 isole di origine vulcanica. La loro scoperta si deve all’esploratore e navigatore italiano Alvise Da Mosto che nel 1456 ne scoprì alcune, mentre Antonio e Bartolomeo da Noli, al servizio del Portogallo, vi sbarcarono lo stesso anno, dichiarandole ufficialmente disabitate.

La scoperta dell’isola di Boa Vista invece, si deve a navigatori portoghesi che nel 1460 la chiamarono San Cristovào, nome che venne poi cambiato in “Boa vista” che significa “Terra in vista”. Si dice infatti che un marinaio, stremato da giorni di tempesta in mare aperto, vedendo l’isola urlò con enfasi e sollievo “Terra in vista”, nome che rimase, divenendo poi quello ufficiale. Boa Vista, nel gruppo delle Sopravento, è probabilmente l’isola con più ambizioni turistiche, ma nonostante questo conserva atmosfere calde e autentiche che è facile ritrovare nei piccoli e spartani villaggi di pescatori.

Il capoluogo è la cittadina di Sal Rei ed è qui che vive la maggior parte della popolazione, ma anche l’entroterra, seppur arido, pullula di villaggi dalle abitazioni dipinte con colori sgargianti e si incontra sempre qualcuno per strada o sull’uscio di casa pronto a scambiare qualche parola con i viaggiatori di passaggio, la popolazione capoverdiana infatti non lesina sorrisi e gentilezza.

Tra le bellezze naturalistiche di maggior impatto visivo vi sono certamente le dune di sabbia dorata. Si susseguono sinuose creando l’impressione di essere in pieno deserto del Sahara, salvo poi avere il più incredibile dei miraggi, un intero oceano davanti agli occhi. E’ un incontro davvero speciale quello che si crea tra il fascino assoluto del deserto, trasportato granello dopo granello dalla forza dei venti alisei, e l’infinita distesa atlantica che qui ha il colore del turchese. Donnavventura a Capo Verde isola di Boavista

Un arcipelago di origine vulcanica di assoluta bellezza, tra paesaggi lunari e spiagge incontaminate

Tra le spiagge più famose ci sono quelle di Sal Rei, perfetta per una cavalcata e la cosiddetta spiaggia di Santa Monica, situata nella zona sud-ovest dell’isola, così chiamata perché ricorda la famosa spiaggia californiana per la sua estensione ed ampiezza, è lunga infatti oltre 20 chilometri, un’incredibile porzione di natura incontaminata, dalla quale, di tanto in tanto, si riescono ad avvistare anche gli sbuffi delle balene all’orizzonte. Donna a Capo Verde isola di Boavista

il video

schermata-2017-01-25-alle-16-57-15

Eccovi il loro raconto: Donnavventura a Capo Verde isola di Boavista

Donnavventura a Capo Verde isola di Boavista

Il sole è alto in cielo e le donneavventura sono pronte per andare alla scoperta di questa meravigliosa isola: Boavista.

Il caldo africano oggi si fa davvero sentire, per fortuna le ragazze hanno i loro immancabili cappelli che le riparano. Sedute sul cassone del pick affrontano gli sterrati dell’isola, quanti salti e quante canzoni intonano tutte insieme. Arrivate alla spiaggia di Sal Rei, le attendono sei meravigliosi cavalli, pronti a galoppare lungo il bagnasciuga. Prima di montarli si familiarizza un po’, Camilla deve prendere confidenza, per lei è la seconda volta dopo la Camargue, e nonostante l’entusiasmo c’è ancora un po’ di timore. Le viene assegnato una cavalla tranquilla: Rosa, talmente tranquilla, che ogni metro si ferma a mangiare un po’ d’erba tra le dune. È la volta di Francesca, Stefania e Michela, come amazzoni cavalcano i loro fidi compagni sulla sabbia bagnata, una visione davvero incredibile. Poi Lorena, Aliuska e Camilla con un passo sostenuto ma tranquillo, raggiungono il mare. Un visita al capoluogo dell’isola: Sal Rei, una passeggiata dalla piazza principale con le sue costruzioni colorate al porticciolo dove decine di ragazzini si lanciano in mare per risalire sulla spiaggia adiacente. Uno di loro lancia la tavola da spoin board in mare e ci salta sopra, sfidando la corrente e le onde in arrivo, è davvero bravissimo, e consapevole di ciò, si lascia guardare dalle ragazze! Arriva l’ora di pranzo e di una bella doccia rinfrescante. Dopo una mattinata interessante ma faticosa, c’è bisogno di ricaricarsi. Pulite e fresche dalla doccia le ragazze raggiungono il ricco buffet del Marine Club di Boa Vista, dove pranzano con calma prima di rimettersi al lavoro. Il pomeriggio le attende una visita alla spiaggia di Santa Monica. In realtà il nome originario è Curalinho, ma vista la somiglianza con quella californiana, per via dei suoi 20 km di sabbia bianchissima e di mare turchese, è conosciuta da tutti con questo nuovo appellativo. Le ragazze scendono dai pick up e si dirigono verso il mare, in questa zona è piuttosto tranquillo. Il team riesce ad avvistare anche due granchi bianchi che si muovono frettolosamente verso il mare. Il sole è ancora caldo, ma finalmente non scotta più la pelle. Il team sta per tornare al villaggio, ma prima fa un escursione attraverso alcuni paesini dell’entroterra. I giovani stanno seduti sul piccolo muretto a sorseggiare una bevanda fresca, i bambini giocano scalzi sotto gli alberi, le donne ogni tanto appaiono sulla porta di casa per richiamarli. Joao Galego, Fondo das Figueras, Cabeca do Tarafas si susseguono veloci, e sui cartelli alla fine di ogni paese spicca a grandi lettere un: TORNA PRESTO! Un invito a tornare nel colore di queste piccole realtà dell’isola, dove la quotidianità ha un ritmo tutto suo. Un attimo di relax e poi cena: l’ultima qui a Boa Vista per le donneavventura. Domani si riparte alla volta di Sal, ma di pomeriggio, c’è ancora tutta la mattina per godersi questa incantevole isola. Ora però è tempo di sognare ad occhi chiusi, è tardi ormai e le ragazze faticano a tenere gli occhi aperti di fronte ai loro pc. Boa Noite!

Lorena

Per info contattatemi a:
massimo + 39 338 7587220

Donnavventura a Capo Verde isola di Boavista

Post correlati