E’ Morto Bernardino Almada, Console Onorario d’Italia a Capo Verde.

Secondo le informazioni raccolte da questo giornale, Bernardino Almada si è sentìto male la Domenica mattina. E ‘stato portato dai vicini all’ospedale Agostinho Neto, dove è morto.

Praia – 1 febbraio – La città di Praia, capitale di Capoverde è più povera, ha perso infatti uno dei suoi abitanti più illustri. Morto Domenica, 31 Gennaio a causa di un infarto Bernardino “Benny” Almada (57 anni), Console Onorario d’Italia a Capo Verde. Avvocato di formazione, Bernardino Almada ricoprì diversi incarichi all’interno della pubblica amministrazione di Capo Verde. Per diversi anni, ha servito lo Stato di Capo Verde, e l’ambasciata di Capo Verde in Italia. Qualche tempo dopo il suo ritorno a Capo Verde, è stato nominato Console Onorario d’Italia a Capo Verde, i ruoli che ha ricoperto fino al momento della morte. PAICV esprime profondo rammarico per la morte di un suo militante e amico.

In una dichiarazione, il Partito Africano per l’Indipendenza di Capo Verde – PAICV esprime profondo rammarico per la morte di “nostalgico e militante ed eterno amico, Bernardino Almada, figura conosciuta dalla nazione di Capo Verde, in patria e nella diaspora e sempre a disposizione per tutte le missioni che sono state affidate, sia il servizio del partito, come il servizio dello Stato di Capo Verde.

“Da sempre militante, sulla base di una grande abnegazione e guidato sempre dai migliori interessi del partito e del paese, Bernardino Almada, il nostro, Benny, è stato invitato a far parte del direttivo nazionale della campagna, per eseguire il coordinatore degli affari giuridici alle campagne elettorali nel 2016, un compito che era stato esegue con zelo e competenza che sono stati riconosciuti “, si legge nel documento. “Per il nostro Presidente, Janira Almada, alla fine degli anni Benny nipote, auguro molta forza e coraggio in questo momento difficile per i propri cari e speriamo che il sostegno, la forza e l’amicizia” Benny “significato per lui nella vita, sono incentivi per tutte le conquiste ei successi nella vita personale e collettiva “, dice il documento firmato dal segretario generale, João do Carmo.

 fonte: ocean press

Post correlati