Capo Verde è in fase ascendente dell’epidemia del nuovo coronavirus, secondo il direttore nazionale della sanità, tuttavia Artur Correia non rischia di dire se il paese ha già raggiunto il picco di questa malattia contagiosa, dicendo solo che negli ultimi giorni c’è stata un’esplosione di nuovi casi , soprattutto a Praia. 

Il DNS spiega che, delle nove isole abitate, sei non hanno rilevato persone infette. E sottolinea che, nelle tre isole in cui vi è la conferma della covida19, São Vicente registra un singolo caso positivo e si prevede che continuerà in questo modo, principalmente perché, dopo un’intensa attività investigativa in termini epidemiologici, non sono comparsi più casi. Sull’isola di Boa Vista ci sono 52 aspetti positivi, molti dei quali sono registrati in uno degli hotel. E, secondo il medico, i dati degli ultimi giorni non indicano un sostanziale peggioramento.

“Solo il comune di Praia è motivo di preoccupazione. Ma era già previsto perché è il più popoloso del paese. In termini di sanità pubblica, Praia è responsabile di circa il 50% di tutte le malattie ed epidemie che colpiscono Capo Verde ”, afferma questo funzionario, per il quale, al momento, il Paese è in una fase ascendente della pandemia. Un periodo iniziato pochi giorni fa con un’esplosione di analisi positive di alcuni casi già identificati.

A questo proposito, Artur Correia assicura che le autorità sanitarie stanno lavorando intensamente all’identificazione e all’isolamento dei contatti delle persone infette al fine di effettuare la conferma il prima possibile e quindi contenere la diffusione. In effetti, dice, l’80% dei casi deriva da questa ricerca. “È il risultato del nostro lavoro investigativo. Sappiamo che, nella sanità pubblica, conosci solo la punta dell’iceberg, cioè più la cerchi, più la trovi, sia in relazione a Covid-19 che ad altre malattie. “

Nel caso di questa pandemia, questa richiesta diventa più rilevante perché, garantisce, gli studi indicano che l’80% dei casi ha sintomi lievi o sono asintomatici e, pertanto, difficili da rilevare. “Ecco perché diciamo ogni giorno che continueranno ad apparire casi positivi. E più cerchiamo, più troveremo. Ma esiste un limite e, fino a quando non lo raggiungiamo, il nostro dovere è continuare a cercare questa rete di contatti “.

Correia chiarisce, tuttavia, che tutto questo lavoro può essere gettato a terra se non c’è rispetto per le regole del parto, se le folle non vengono evitate e se le persone non seguono le regole dell’igiene individuale, familiare e collettiva perché “il il virus non vola. ” “È portato dalle persone”.

Constança de Pina

Fonte: sapo

Capoverde epidemia coronavirus. Epidemia Capoverde coronavirus. Capoverde epidemia coronavirus