il direttore nazionale della sanità afferma che “non esiste un rischio maggiore” per Capo Verde

Il direttore nazionale della Salute, Artur Correia, ha dichiarato lunedì a Inforpress che “non vi è alcun rischio aumentato” per Capo Verde, a causa del nuovo coronavirus, dopo che l’OMS ha avvertito di una “eventuale pandemia”.

Nell’allerta, il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha ritenuto “molto preoccupante” l ‘aumento improvviso dei casi in Italia, Corea del Sud e Iran.

Sollecitato a reagire all’allerta, Artur Correia ha sottolineato che “non vi è alcun rischio aggiunto” e che in relazione a Capo Verde “non c’è nulla di nuovo”.

Alla domanda se questo avviso dell’OMS possa essere svalutato, questo funzionario ha risposto che le autorità sanitarie del Capo Verde hanno sempre considerato questa situazione.

“Non sempre cerchiamo l’OMS, noi e voi (i giornalisti) dobbiamo gestire le aspettative delle persone in modo da non provocare panico, rassicurare la popolazione, fornire le informazioni corrette, evitare notizie false …”, ha continuato.

Alla domanda se questo avviso dell’OMS abbia qualcosa a che fare con Capo Verde, Artur Correia ha risposto: “certo che no”.

Comunque, i funzionari sanitari nazionali si stanno preparando per ogni evenienza, ha detto.

Sulla situazione in Italia, un paese in cui esiste una grande comunità di Capo Verde e voli settimanali diretti per Capo Verde, Artur Correia ha informato che la questione è già stata discussa in una riunione.

“Abbiamo già alcune notizie”, ha detto il direttore nazionale della sanità, aggiungendo che parlerà di questo e di altri problemi mercoledì prossimo 26 febbraio.

Fonte: expressodaisilhas