“Real Informação”: Capoverde intervista a Daniele Rampini 

Eccovi alcuni passaggi dell’intervista a Daniele Rampini da Filippo alla trasmissione “punto di vista”. Creata per trovare qualche punto di vista su Capoverde ma non solo.
… Daniele negli ultimi anni ti sei rimesso in gioco e hai iniziato un percorso formativo importante, ci dici qualcosa…
“ Io penso che un imprenditore di qualsiasi parte del mondo in questo momento ha l’obbligo di essere formato. Gli investimenti nelle aziende sono importanti ma a dirigere le aziende sono le persone, quindi è ancora più importante formare le persone. Io ho iniziato un percorso nel 2016 con Roberto Cerè che porta ad una formazione sia tecnica sulle strategie di comunicazione, totalmente diverse da quelle degli anni 2000, che di marketing personale e gestione delle risorse che sono dentro ognuno di noi. Al giorno d’oggi reputo essenziale formarsi ed essere competitivi nel mondo che affrontiamo diverso da quello di 10 anni fa.”
Ciò che affrontiamo nel “Punto di vista” è capire il punto di vista degli imprenditori che hanno a che fare con Capo Verde o che vorrebbero entrare in questo mondo. Tempo fa ci siamo detti, è diventato più facile per noi avere dei soci che dei clienti. Ti sei mai chiesto il perché?
“l’argomento è abbastanza complesso. Prima di tutto ci rivolgiamo ad una platea completamente diversa. I soci in un’iziativa commerciale possono essere limitati perlomeno in una società. Sul mercato possono essere tantissimi i clienti. Il socio ha l’obbiettivo di intraprendere insieme a te un’attività di rischio ma anche di condivisione di guadagni e di esperienze. Il cliente ha solo l’obbiettivo di soddisfare una propria esigenza. Quindi sui piccoli numeri è più semplice trovare dei soci che dei clienti. Parliamo di un settore che è quello immobiliare quando una compagine sociale dev’essere contenuta”.
La nostra analisi è che abbiamo alzato il livello dei nostri interlocutori, ci sono delle persone che è talmente alto il loro know-how che averli solo come cileni sarebbe sprecare una risorsa.
“ E’ vero! Ci sono molte persone che è molto bello collaborare assieme ma è altrettanto verto che l’obbiettivo che un imprenditore deve avere è quello di ottenere risultati per la propria azienda e in base al tuo obbiettivo derivano le strategie o di soci o di clienti. Dobbiamo sempre avere chiaro l’obbiettivo finale e in base a questo creare determinate relazioni in una maniera piuttosto che in un’altra.”
Iniziamo a parlare della tua storia Daniele, raccontaci brevemente la tua storia…”Sono partito in questa avventura nel 1997 con un amico e abbiamo iniziato quest’avventura quasi per scherzo. Siamo venuti a Boavista, quest’isola bellissima, sono arrivato qui perché credevo per sviluppare un discorso importante in Italia in quel periodo cercano delle difficoltà. Ho cercato per quelle che erano le mie capacità economiche un posto che potesse andare bene e Capo Verde offriva molte più possibilità e probabilità di riuscita. Boavista offriva delle caratteristiche vincenti che lo sono ancora oggi secondo me: vicinanza dall’Europa, stato politicamente ed economicamente stabile, sano, nessun problema etico e religioso cattolico. di conseguenza trovato in Capoverde quello che io cercavo. Da qui abbiamo iniziato con una piccola palazzina di 4 appartamenti con l’obbiettivo di venderli. Da qui siamo partiti e negli anni abbiamo capito quelle che erano le esigenze, capire comunque che lavorare all’estero ha dei costi che se non fai determinati numeri il businnes non è sostenibile perché comunque gli spostamenti costano e per una serie di motivi che tutti possono capire e di conseguenza abbiamo alzato il tiro costruendo circa 250 appartamenti negli anni cercando di evolvere nella concezione dei servizi. Ho sempre pensato che una casa a Capoverde fosse un piacere e un investimento. Di conseguenza devi stare bene e trovare tutti i servizi, inoltre quando non ci sei non ti deve costare. Questa è stata la nostra chiave di successo negli anni.” 

L’intervista poi prosegue con domande su come sviluppare le strategie economiche e politiche per migliorare Capoverde.

Ricevi gratis info e offerte.

Inserisci il tuo nome
Inserisci la tua email
Inserisci il tuo numero telefonico
Aggiungi eventuali note o richieste
Consenso alla gestione delle informazioni raccolte

* Campi obbligatori

La nostra analisi è che abbiamo alzato il livello dei nostri interlocutori, ci sono delle persone che è talmente alto il loro know-how che averli solo come cileni sarebbe sprecare una risorsa.
“ E’ vero! Ci sono molte persone che è molto bello collaborare assieme ma è altrettanto verto che l’obbiettivo che un imprenditore deve avere è quello di ottenere risultati per la propria azienda e in base al tuo obbiettivo derivano le strategie o di soci o di clienti. Dobbiamo sempre avere chiaro l’obbiettivo finale e in base a questo creare determinate relazioni in una maniera piuttosto che in un’altra.”
Iniziamo a parlare della tua storia Daniele, raccontaci brevemente la tua storia…”Sono partito in questa avventura nel 1997 con un amico e abbiamo iniziato quest’avventura quasi per scherzo. Siamo venuti a Boavista, quest’isola bellissima, sono arrivato qui perché credevo per sviluppare un discorso importante in Italia in quel periodo cercano delle difficoltà. Ho cercato per quelle che erano le mie capacità economiche un posto che potesse andare bene e Capo Verde offriva molte più possibilità e probabilità di riuscita. Boavista offriva delle caratteristiche vincenti che lo sono ancora oggi secondo me: vicinanza dall’Europa, stato politicamente ed economicamente stabile, sano, nessun problema etico e religioso cattolico. di conseguenza trovato in Capoverde quello che io cercavo. Da qui abbiamo iniziato con una piccola palazzina di 4 appartamenti con l’obbiettivo di venderli. Da qui siamo partiti e negli anni abbiamo capito quelle che erano le esigenze, capire comunque che lavorare all’estero ha dei costi che se non fai determinati numeri il businnes non è sostenibile perché comunque gli spostamenti costano e per una serie di motivi che tutti possono capire e di conseguenza abbiamo alzato il tiro costruendo circa 250 appartamenti negli anni cercando di evolvere nella concezione dei servizi. Ho sempre pensato che una casa a Capoverde fosse un piacere e un investimento. Di conseguenza devi stare bene e trovare tutti i servizi, inoltre quando non ci sei non ti deve costare. Questa è stata la nostra chiave di successo negli anni.” 

Massimo + 39 338 7587220

info@boavista2000.com

www.boavista2000.com

 

Capoverde intervista Daniele Rampini. Daniele Rampini Capoverde. Capoverde intervista Daniele Rampini